Home » NULLA A CHE FARE CON I VOLANTINI DI DEMENEGO

NULLA A CHE FARE CON I VOLANTINI DI DEMENEGO

Per la Nostra Cortina agisce alla luce del sole

«NULLA A CHE FARE CON I VOLANTINI DI DEMENEGO»

Ghezze: «Azione autonoma, noi critichiamo mettendoci la faccia. Questa situazione frutto del clima instaurato dal sindaco uscente Franceschi»

 «Con i volantini che Eddy Demenego ha autonomamente stampato e distribuito la lista Per la Nostra Cortina e il sottoscritto non hanno nulla a che fare».

 Il candidato Stefano Ghezze non usa mezzi termini nel dissociarsi dall’azione che ha visto Andrea Franceschi ricorrere alla denuncia presso i Carabinieri per stampa clandestina.

«Questi metodi non ci appartengono come dimostrano i due mesi di campagna condotta alla luce del sole. Tutti sanno chi è il committente responsabile del nostro materiale elettorale perché indicato in tutti i prodotti di comunicazione – continua Ghezze – Abbiamo mosso accuse politiche anche più pesanti di quelle del volantino nei confronti del sindaco uscente, sia in pubblico che attraverso i comunicati stampa e i volantini marchiati Per la Nostra Cortina. Ma lo abbiamo fatto sempre mettendoci la faccia, sia io che i candidati consiglieri, senza nasconderci. Perché non abbiamo paura di denunciare quella che pensiamo essere una politica amministrativa profondamente sbagliata per il nostro paese.»

 

«Eddy Demenego non è il coordinatore del gruppo e ha agito in totale autonomia, da libero cittadino – continua Ghezze – Tuttavia non ritengo si tratti di stampa clandestina, visto che era indicata la tipografia in cui il materiale era stato stampato e, di conseguenza, era facile individuare il committente.»

 

«Se questo si è verificato è solamente colpa del sindaco uscente Franceschi che ha instaurato in paese un clima di tensione e uno scontro sociale senza precedenti – conclude Ghezze – Ora fa l’agnellino e denuncia chiunque voglia dire la propria perché si è reso conto che sta vedendo scorrere i titoli di coda del film del suo mandato. Un film horror di cui lui è stato regista e protagonista e che tutti si augurano finisca il 7 di maggio.»

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>